2024-05-15

La rivincita della vasca

Una breve storia della vasca da bagno.

Capita spesso di chiedersi come sono nati tutti quegli oggetti di uso quotidiano che ci hanno migliorato la vita nel corso dei secoli..

La vasca da bagno, per esempio, ti sei mai chiesto come è nata?

Non stupisce che la prima vasca da bagno risalga a tempi molto antichi, ma dove è stata rinvenuta la prima?

Questa volta non è opera dei Romani ma dei Greci.  La prima vasca infatti risale a ben 17 secoli a.C.,

è stata ritrovata in Grecia, a Creta, nel famoso palazzo di Cnosso ed era dotata di un impianto idrico all’avanguardia per l’epoca.

Non si può certo dire che sia nata come elemento di relax, anzi tutt’altro! l’immersione rapida e in acqua fredda

era un vero e proprio esercizio fisico e di resistenza all’interno dei ginnasi.  Successivamente, il concetto di immersione

nella vasca da bagno divenne un rituale sociale, si trattava dell’ultima tappa del bagno a vapore e veniva considerata

un’attività pubblica, tanto che personaggi di rilievo si incontravano ai “bagni” per discutere di politica e filosofia.

Grazie ai contatti tra Greci e Romani, nel III secolo a.C. anche a Roma venne introdotto il rituale del bagno

e fu proprio a Roma che raggiunse l'apice della sua raffinatezza grazie all'utilizzo di profumi e balsami.

Con le invasioni barbariche che distrussero gli acquedotti romani fu impossibile continuare ad usare i bagni pubblici

che sopravvissero solo nell'Impero d'Oriente, dove a imitazione dei bagni romani, sorsero gli ḥammām.

Ma questa è tutta un’altra storia...

I materiali utilizzati per le prime vasche da bagno erano la pietra, lo zinco, la ghisa, mentre nel Medioevo

si ritrovano le prime vasche in legno.  

Nella prima metà dell’800 le vasche venivano realizzate in zinco, mentre dall’inizio del ventesimo secolo,

diventano di zinco spesso, rame galvanizzato, ghisa smaltata e, più di rado, in arenaria o in marmo.

Bisognerà aspettare la fine dell’800 per le vasche in ceramica e porcellana.  Con gli anni ’20 del ‘900 si assiste

ad una ventata di novità con il modernismo dell’arte deco’ che si è diffuso anche nel design dell’arredobagno.

 Per quanto riguarda la tipologia, senza dubbio all’epoca esisteva solo la vasca stand-alone o free standing, tornata di gran tendenza,

oggi simbolo di modernità e design. La stand-alone rappresentò per secoli l’unica tipologia di vasca da bagno anche

in contesto domestico aristocratico.

Allora come oggi, la vasca stand alone rendeva unico l’ambiente in cui veniva collocata e la impreziosiv

a con i suoi elementi decorativi.

 

Il modello da incasso si diffonderà solo più tardi a causa degli spazi sempre più ridotti e getterà “momentaneamente”

la stand alone in un angolo, in attesa di essere riscoperta in tempi più recenti.  


L’attuale attenzione verso quello che ormai definiamo “vintage” fa pensare ad un ritorno a quegli stili che

hanno caratterizzato epoche passate che suscitano ancora molto fascino, con vasche da bagno rivisitate

nello stile e nel colore che diventano un elemento d'arredo unico per il tuo bagno.

Concludiamo con una piccola gallery delle vasche da bagno scelte dai nostri clienti.

Arredobagno - Tendenze 2022